8 Novembre 2020

Il presidente del Consiglio dei Ministri in conferenza stampa ha confermato che le misure del DPCM entreranno in vigore Venerdì 6 novembre.

La Lombardia è stata classificata in zona rossa.

MISURE VALIDE NEI TERRITORI "ZONA ROSSA"

- E' vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dai territori e all'interno di essi salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute

- E' vietato ogni spostamento con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità

- Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione. Resta consentito l'asporto con consegna a domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivo di salute, per situazioni di necessità

- Sospesi tutti gli eventi sportivi

- E' consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione

- Fermo restando lo svolgimento in presenza della scuola dell'infanzia, della scuola primaria e dei servizi educativi per l'infanzia, e del primo anno di frequenza della Scuola Media e le attività scolastiche e didattiche si svolgono esclusivamente con modalità a distanza. Viene sospesa la frequenza dell'università

- Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, a eccezione di alcune categorie: tra gli altri, alimentari, edicole, tabaccai, farmacie, parafarmacie, negozi per bambini e neonati, fiorai, negozi di biancheria, negozi di giocattoli, librerie, cartolerie, negozi di prodotti informatici, articoli sportivi, calzature, ottici, ferramenta, profumerie

- chiusi i mercati salvo le attività dirette alla vendita di generi alimentari

- Sospese le attività inerenti servizi alla persona diverse da quelle individuate dall'allegato 24 del DPCM: sono quindi consentite lavanderia, articoli tessili e pelliceria, pompe funebri, servizi di salone dei barbieri e parrucchieri

- Sono vietati gli spostamenti da e per Stati e territori di cui all'elenco E dell'allegato 20 del DPCM salvo che ricorrano comprovati motivi di lavoro, urgenza, salute e studio

- Chiusi musei e luoghi della cultura tra cui le Biblioteche