(approvate con deliberazione di Consiglio Comunale n. 35 del 10/12/2018)

Fattispecie

Aliquota

Immobili adibiti ad abitazione principale e relative pertinenze appartenenti alle categorie catastali A/1-A/8-A/9

0‰

 

Altri fabbricati ed aree edificabili

0‰

Fabbricati rurali ad uso strumentale

1‰


Legge di Stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015, n. 208)

ESENZIONE TASI  dal 2016 per l’ABITAZIONE PRINCIPALE

I proprietari di abitazioni principali (non di lusso) non verseranno più la TASI. Il disposto della Legge 208/2015 prevede l’esenzione anche per le pertinenze purchè in misura non superiore a una per ciascuna di quelle classificate nelle categorie C/2-C/7-C/6
L’esenzione opera anche per gli immobili delle cooperative edilizie a proprietà indivisa assegnate a soci studenti universitari, anche in assenza della residenza anagrafica; agli alloggi sociali; alle unità non locate dei dipendenti delle Forze armate.

IMMOBILI SOGGETTI A TASI 

fabbricati rurali ad uso strumentale.

SISTEMI DI PAGAMENTO:
Il versamento dell’imposta è effettuato con modello F24 da presentare presso tutti gli uffici postali e tutti gli sportelli bancari o con apposito bollettino postale.

Il codice COMUNE per il Comune di Pagazzano è G233.

Il codice tributo da utilizzare è il seguente:

  • fabbricati rurali ad uso strumentale: 3959

Il versamento non va effettuato se l’imposta dovuta per tutto l’anno, arrotondata, è inferiore a € 12,00.

Il contribuente è tenuto al calcolo ed al versamento dell’imposta in autoliquidazione.

Il tributo è dovuto da chiunque possegga o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani, con esclusione delle aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, non operative.

Il versamento dell’imposta è effettuato con modello F24 da presentare presso tutti gli uffici postali e tutti gli sportelli bancari o con apposito bollettino postale.

Il codice COMUNE per il Comune di Pagazzano è G233.

Il codice tributo da utilizzare è: 3944

 Il versamento non va effettuato se l’imposta dovuta per tutto l’anno, arrotondata, è inferiore ad   € 12,00.

Scadenze:

  • 1° rata 16/03/2019
  • 2° rata 16/09/2019

 SI PRECISA CHE GLI AVVISI DI PAGAMENTO DELLA TARI, CON L’INDICAZIONE DELL’IMPORTO DOVUTO, SARANNO RECAPITATI AL DOMICILIO DI CIASCUN CONTRIBUENTE.

 

ALIQUOTE TARI ANNO 2019

(approvate con deliberazione di Consiglio Comunale n. 33 del 10/12/2018)

Utenze domestiche anno 2019

 

Fascia

 

(n) componenti nucleo abitativo

 

TF (€/mq)

 

TV(€/N)

 

FASCIA A

 

1

0,67

54,19

 

FASCIA B

 

2

0,78

97,55

 

FASCIA C

 

3

0,86

124,64

 

FASCIA D

 

4

0,93

162,58

 

FASCIA E

 

5

0,99

195,09

 

FASCIA F

 

> 5

1,04

222,19

 (*) Quota variabile per nucleo familiare. Nella quantificazione del tributo dovuto per una singola unità abitativa la tariffa variabile dovrà essere moltiplicata per 1.

Utenze non domestiche anno 2019

 

Cod. 

 

Attività Produttive

 

TF (€/mq)

 

TV (€/mq)

 

Tariffa (€/mq)

1

Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto

0,43

0,47

0,90

2

Campeggi, distributori carburanti

0,68

0,73

1,41

3

Stabilimenti balneari

0,53

0,58

1,11

4

Esposizioni, autosaloni

0,36

0,40

0,76

5

Alberghi con ristorante

1,13

1,22

2,35

6

Alberghi senza ristorante

0,77

0,84

1,61

7

Case di cura e riposo

0,85

0,91

1,76

8

Uffici, agenzie, studi professionali

1,19

1,34

2,53

9

Banche ed istituti di credito

0,59

0,67

1,26

10

Negozi abbigliamento, calzature, libreria, cartoleria, ferramenta, e altri beni durevoli

0,94

1,02

1,96

11

Edicola, farmacia, tabaccaio, plurilicenze

1,29

1,39

2,68

12

Attività artigianali tipo botteghe (falegname, idraulico, fabbro, elettricista, parrucchiere)

0,88

0,95

1,83

13

Carrozzeria, autofficina, elettrauto

0,98

1,06

2,04

14

Attività industriali con capannoni di produzione

0,68

0,73

1,41

15

Attività artigianali di produzione beni specifici

0,92

1,00

1,92

16

Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie

4,24

4,47

8,71

17

Bar, caffè, pasticceria

3,39

3,91

7,30

18

Supermercato, pane e pasta, macelleria, salumi e formaggi, generi alimentari

2,12

2,46

4,58

19

Plurilicenze alimentari e/o miste

2,21

2,39

4,60

20

Ortofrutta, pescherie, fiori e piante

6,78

4,47

11,25

21

Discoteche, night club

1,39

1,50

2,89


LA TARIFFA GIORNALIERA di cui all’art. 21 del Regolamento comunale è applicata rapportando a giorno la tariffa annuale relativa alla corrispondente categoria di attività non domestica maggiorata della percentuale del 100%;